Comunicato Stampa: IL PRESIDENTE BALDIN (PADOVA SUD): IL BUCO SARA’ CHIUSO SENZA PESARE NE’ SUI BILANCI COMUNALI NE’ SULLE TARIFFE

IL PRESIDENTE BALDIN (PADOVA SUD): IL BUCO SARA’ CHIUSO SENZA PESARE NE’ SUI BILANCI COMUNALI NE’ SULLE TARIFFE, LA RISTRUTTURAZIONE SARA’ A CARICO DEI CREDITORI.

Il presidente Alessandro Baldin interviene in vista dell’assemblea del Consorzio Padova Sud che si terrà il prossimo 10 agosto, per spiegare in che cosa consiste la ristrutturazione del debito ereditata dalla precedente gestione che grava sulle casse del Consorzio Padova Sud.

In quest’ultimo anno c’è stato un lavoro molto duro della Presidenza, del CdA e di tutti professionisti incaricati per venire a capo della gestione fallimentare che abbiamo ereditato. Abbiamo trovato una situazione debitoria PESANTISSIMA che si SAREBBE AGGRAVATA se fosse CONTINUATA la gestione dI Padova Tre, DATO CHE MI SEMBRA NON ABBIA DIMOSTRATO UN GRANDE ZELO NELLA GESTIONE DEL PUBBLICO DENARO. Come da indicazioni del CPS chi opera attualmente ha attuato una politica di gestione più attenta ai bisogni degli utenti, ha tagliato i costi ed eliminato sprechi, generando risparmi che verranno impiegati nella ristrutturazione.

Va PRECISATO bene, al fine di DARE LA GIUSTA INFORMAZIONE SCEVRA DA QUALSIVOGLIA INTERESSE POLITICO DI PARTE, che la RISTRUTTURAZIONE NON COMPORTERÀ ALCUN AUMENTO DELLE BOLLETTE AGLI UTENTI, NE VERRANNO CHIESTE SOMME AI COMUNI, MA SARÀ INVECE IL RISULTATO DEI TAGLI AGLI SPRECHI DEL SACRIFICIO RICHIESTO AI CREDITORI (S.E.S.A., DE VIZIA, ABACO, HERA AMBIENTE.).

Pertanto, come ho sempre detto fin dall’inizio del mio mandato,

NON PERMETTERÒ MAI CHE IL DEBITO VENGA PAGATO DAI CITTADINI !

non ci sarà dunque, un ribaltamento dei costi né sui bilanci comunali né tantomeno sulle bollette degli utenti, CONSIDERATO IL DISASTRO CHE ABBIAMO EREDITATO DALLA PRECEDENTE GESTIONE, QUESTO È UN GRANDISSIMO RISULTATO!!

Al tempo stesso, vengono garantite le PICCOLE IMPRESE DEL TERRITORIO che vantano “MICROCREDITI”. Questa è UNA DETERMINAZIONE   DEI SINDACI   FORTEMENTE SUGGERITA   DAL CONSORZIO”.

NON ESISTE PREOCCUPAZIONE GIUSTIFICATA PER I SINDACI E PER I CITTADINI, NON ESISTE POSSIBILITÀ DI UNA MIMESI DI PADOVA TRE, POICHÉ QUESTA PRESIDENZA HA AGITO SIN DALL’INIZIO NELLO SPIRITO DI TRASPARENZA E RIGORE CHIEDENDO INFATTI, SUBITO LA RIDUZIONE DELLE BOLLETTE A SESA.   COSA GIÀ OTTENUTA ANCOR PRIMA DELLA RISTRUTTURAZIONE.

CON SODDISFAZIONE POSSO AFFERMARE OGGI, CHE NEL 2018 LE BOLLETTE NEI 52 COMUNI DEL PD SUD SONO DIMINUITE MEDIAMENTE DI CIRCA IL 20%, COME DIMOSTRANO LE TARIFFE!

RIBADISCO, CHI INFORMA I CITTADINI IN MODO DIVERSO LO PROVI! E’ FINITO IL TEMPO DELLE CHIACCHIERE OPPORTUNISTE, E’ FINITO IL TEMPO DELLA   CRITICA INSIPIENTE! CHI PARLA SI INFORMI PRIMA!

Sul tema delle tariffe c’è anche un’altra cosa da aggiungere: oggi i Comuni sono finalmente in grado di poter esercitare un vero controllo, sia perché le tariffe vengono approvate da ciascun Comune, sia perché ogni servizio viene rigorosamente rendicontato e controllato sia dai Comuni che dal Consorzio, ed infine perché con l’introduzione dei conti correnti dedicati, ciascun Comune può controllare, in tempo reale, l’andamento dei pagamenti delle bollette ma anche l’effettivo ammontare delle spese sostenute per il servizio.

“Trasparenza, eliminazione degli sprechi e bollette basse sono i punti cardine della nuova gestione del servizio rifiuti”.